Consegne e ritiri gratuiti in tutta Italia
aziende partner
news
Servizio a domicilio di apparecchiature per la riabilitazione
home > attrezzature a noleggio >

terapia fisica

Magnetoterapia C.E.M.P.

L'uso dei C.E.M.P. a campi magnetici pulsati a bassa frequenza e bassa intensità, è una metodica terapeutica di primo piano in moltissime patologie e consente risultati superiori a qualunque altro tipo di terapia fisica e, spesso, anche farmacologica. La magnetoterapia è particolarmente efficace nella stimolazione dell osteogenesi per il trattamento di patologie come i ritardi di consolidazione, pseudoartrosi, fratture recenti e osteoporosi.

Indicazioni cliniche

  • ritardi di consolidazione fratture ossee;
  • frattura a lenta evoluzione;
  • fratture con gesso;
  • trattamento di traumi (distorsioni, fratture);
  • protesi dell'anca (non cementate al primo impianto e reimpianto di protesi);
  • paralisi periferiche;
  • necrosi testafemorale;
  • osteonecrosi;
  • lesioni trofiche di origine venosa;
  • arteriopatie;
  • coxartrosi o gonartrosi operate con protesi non cementate;
  • dolore (cervico-dorso-lombo-sacrale, sindrome algico-disfunzionale delle articolazioni tempero mandibolari, nevralgia del trigemino e sindrome fibromialgica);
  • tendiniti di gomito;
  • nevralgia del trigemino sindrome fibromialgica (reumatismo extra-articolare);
  • algodistrofia;
  • cervicalgia;
  • lombalgia;
  • osteoporosi;
  • artrosi;
  • pseudoartrosi;
  • patologie reumatiche;
  • piaghe mal granulanti e da decubito;
  • sindromi canalicolari;
  • periartrite scapolo omerale;
  • ulcerazioni delle parti molli;
  • edemi;
  • epicondilite.
La terapia può essere svolta in presenza di mezzi di sintesi e/o protesi metalliche.

Controindicazioni

  • portatori di pacemaker;
  • infezioni in corso;
  • presenza di neoplasie e tubercolosi;
  • per i cardiopatici si consiglia anche il parere del proprio cardiologo;
  • patologie dove è controindicata la vasodilatazione (stati emorragici e trombotici);
  • le donne in stato di gravidanza non devono stare vicino ai solenoidi che erogano i campi magnetici.
« torna indietro